Warning: Memcache::addserver() expects parameter 2 to be long, string given in /home/mifa1614/public_html/libraries/joomla/cache/storage/memcache.php on line 84
Liturgia Sett. 15 Giorno 101

Almanacco

Che tempo fa ?

Domenica, 19 Agosto 2018 - If your browser doesn't automatically go there within a few seconds, you may want to go to Evangelizo Reader manually. If your browser doesn't automatically go there within a few seconds, you may want to go to Evangelizo Reader manually.
Home Tutte le Liturgie Liturgia Sett. 15 Giorno 101

Liturgia Sett. 15 Giorno 101

Così come la vita corrotta distorce profondamente sia il cuore che le relazioni, così per contro la conversione non può ridursi a un fatto individualistico ma deve emergere sul piano di una nuova qualità morale sociale..

Lorenzo Biagi

Liturgia del Giorno


S. Giuseppe Moscati, «Il medico Santo» (1880-1927),  S. Teresa de Los Andes, novizia carmelitana (1900-1920)

Tutte le Liturgie


Prima Lettura

Atti degli Apostoli 4,32-35.

La moltitudine di coloro che eran venuti alla fede aveva un cuore solo e un'anima sola e nessuno diceva sua proprietà quello che gli apparteneva, ma ogni cosa era fra loro comune. Con grande forza gli apostoli rendevano testimonianza della risurrezione del Signore Gesù e tutti essi godevano di grande simpatia. Nessuno infatti tra loro era bisognoso, perché quanti possedevano campi o case li vendevano, portavano l'importo di ciò che era stato venduto e lo deponevano ai piedi degli apostoli; e poi veniva distribuito a ciascuno secondo il bisogno.

Salmi

Salmi 118(117),2-4.16ab-18.22-24.

Dica Israele che egli è buono: eterna è la sua misericordia. Lo dica la casa di Aronne: eterna è la sua misericordia. Lo dica chi teme Dio: eterna è la sua misericordia. La destra del Signore si è innalzata, la destra del Signore ha fatto meraviglie. Non morirò, resterò in vita e annunzierò le opere del Signore. Il Signore mi ha provato duramente, ma non mi ha consegnato alla morte. La pietra scartata dai costruttori è divenuta testata d'angolo; ecco l'opera del Signore: una meraviglia ai nostri occhi. Questo è il giorno fatto dal Signore: rallegriamoci ed esultiamo in esso.

Seconda Lettura

Prima lettera di san Giovanni apostolo 5,1-6.

Carissimi, chiunque crede che Gesù è il Cristo, è nato da Dio; e chi ama colui che ha generato, ama anche chi da lui è stato generato. Da questo conosciamo di amare i figli di Dio: se amiamo Dio e ne osserviamo i comandamenti, perché in questo consiste l'amore di Dio, nell'osservare i suoi comandamenti; e i suoi comandamenti non sono gravosi. Tutto ciò che è nato da Dio vince il mondo; e questa è la vittoria che ha sconfitto il mondo: la nostra fede. E chi è che vince il mondo se non chi crede che Gesù è il Figlio di Dio? Questi è colui che è venuto con acqua e sangue, Gesù Cristo; non con acqua soltanto, ma con l'acqua e con il sangue. Ed è lo Spirito che rende testimonianza, perché lo Spirito è la verità.

Vangelo

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Giovanni 20,19-31.

La sera di quello stesso giorno, il primo dopo il sabato, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, si fermò in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!». Detto questo, mostrò loro le mani e il costato. E i discepoli gioirono al vedere il Signore. Gesù disse loro di nuovo: «Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, anch'io mando voi». Dopo aver detto questo, alitò su di loro e disse: «Ricevete lo Spirito Santo; a chi rimetterete i peccati saranno rimessi e a chi non li rimetterete, resteranno non rimessi». Tommaso, uno dei Dodici, chiamato Dìdimo, non era con loro quando venne Gesù. Gli dissero allora gli altri discepoli: «Abbiamo visto il Signore!». Ma egli disse loro: «Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi e non metto il dito nel posto dei chiodi e non metto la mia mano nel suo costato, non crederò». Otto giorni dopo i discepoli erano di nuovo in casa e c'era con loro anche Tommaso. Venne Gesù, a porte chiuse, si fermò in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!». Poi disse a Tommaso: «Metti qua il tuo dito e guarda le mie mani; stendi la tua mano, e mettila nel mio costato; e non essere più incredulo ma credente!». Rispose Tommaso: «Mio Signore e mio Dio!». Gesù gli disse: «Perché mi hai veduto, hai creduto: beati quelli che pur non avendo visto crederanno!». Molti altri segni fece Gesù in presenza dei suoi discepoli, ma non sono stati scritti in questo libro. Questi sono stati scritti, perché crediate che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio e perché, credendo, abbiate la vita nel suo nome.

Commento alle letture

« Ricevete lo Spirito Santo »    

    Fratelli, battezzati in Cristo, rivestiti di Cristo (Gal 3, 27), siete stati configurati al Figlio di Dio. Infatti, Dio, che ci ha predestinati all'adozione (Rm 8, 29), ci ha plasmati (Gen 2, 7) sul modello del corpo glorioso di Cristo... Siete divenuti dei "cristi" poiché siete stati segnati con lo Spirito Santo. Tutto quello che vi è successo è immagine di quello che è successo a Cristo, del quale siete l'immagine (Gen 1, 27).                Quando, dopo esser stato immerso nelle acque del Giordano, ... Cristo ne è uscito, lo Spirito Santo in persona è sceso su di lui. Così, anche voi, usciti dal fonte battesimale, avete ricevuto la cresima; siete stati unti con il sacro crisma. Questo segno con il quale Cristo stesso è stato unto è lo Spirito Santo... Infatti, Cristo non è stato “cresimato”, né è stato unto dagli uomini. Il Padre in persona lo ha stabilito Salvatore di tutto l'universo e unto con lo Spirito Santo, come ha proclamato il profeta Davide: “Dio, il tuo Dio ti ha consacrato con olio di letizia, a preferenza dei tuoi eguali” (Sal 45, 8).     Come Cristo che è stato veramente crocifisso e sepolto ed è risuscitato, anche a voi è stato concesso mediante il battesimo di partecipare simbolicamente alla sua croce, al suo sepolcro e alla sua risurrezione. Ed è lo stesso per la cresima: come Cristo è stato unto con olio di letizia dallo Spirito Santo..., perché esso è fonte di gioia spirituale, anche voi siete stati unti con un olio santo, che vi rende partecipi e compagni di Cristo. Dapprima siete stati unti sulla fronte per essere liberati dall'onta del primo Adamo e poter contemplare, a viso scoperto, come in uno specchio (2 Cor 3, 18), la gloria di Cristo.    

San Cirillo di Gerusalemme (313-350), vescovo di Gerusalemme e dottore della Chiesa     - Catechesi 21, 1-3    

Tutte le Liturgie

Registrati e effettua il login al sito; in caso contrario non puoi rilasciare commenti.

Storico Articoli

Powered by mod LCA

Warning: mkdir() [function.mkdir]: Permission denied in /home/mifa1614/public_html/modules/mod_lca/cache.php on line 60

Warning: file_put_contents(/home/mifa1614/public_html/cache/mod_lca/9735018e1fea20d52f5c7af32767fb3f.xml) [function.file-put-contents]: failed to open stream: Permission denied in /home/mifa1614/public_html/modules/mod_lca/cache.php on line 61

Utenti On Line

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi281
mod_vvisit_counterIeri54
mod_vvisit_counterQuesta Settimana769
mod_vvisit_counterScorsa Settimna2256
mod_vvisit_counterQuesto Mese3444
mod_vvisit_counterScorso Mese7691
mod_vvisit_counterComplessivo4383313

Abbiamo: 81 ospiti online
IP: 54.196.5.6
 , 
Oggi: Ago 19, 2018

Che ore sono ?