Warning: Memcache::addserver() expects parameter 2 to be long, string given in /home/mifa1614/public_html/libraries/joomla/cache/storage/memcache.php on line 84
Liturgia Sett. 45 Giorno 309

Almanacco

Che tempo fa ?

Lunedì, 10 Dicembre 2018 - If your browser doesn't automatically go there within a few seconds, you may want to go to Evangelizo Reader manually. If your browser doesn't automatically go there within a few seconds, you may want to go to Evangelizo Reader manually.
Home Tutte le Liturgie Liturgia Sett. 45 Giorno 309

Liturgia Sett. 45 Giorno 309

Credo in me, un piccolo nulla cui il Padre ha regalato un cuore. Innestato nel suo. Se ogni mattina, a ogni risveglio, sapessi ascoltare la sua voce che mi sussurra: «Io ti amo, io ti amo, io ti amo», allora diventerei come un bambino preso in braccio, che anche se è sollevato da terra, anche se si trova in una posizione instabile, si abbandona felice e senza timore fra le braccia dei suoi genitori. E questa è la fede!.

Ermes Ronchi

Liturgia del Giorno

Giovedì della XXXI settimana delle ferie del Tempo Ordinario
S. Léonard (Leonardo) di Noblac (F), eremita ,  B. Cristina di Stommeln (D), mistica († 1312)

Tutte le Liturgie


Prima Lettura

Lettera di san Paolo apostolo ai Filippesi 3,3-8a.

Fratelli, siamo noi i veri circoncisi, noi che rendiamo il culto mossi dallo Spirito di Dio e ci gloriamo in Cristo Gesù, senza avere fiducia nella carne, sebbene io possa vantarmi anche nella carne. Se alcuno ritiene di poter confidare nella carne, io più di lui: circonciso l'ottavo giorno, della stirpe d'Israele, della tribù di Beniamino, ebreo da Ebrei, fariseo quanto alla legge; quanto a zelo, persecutore della Chiesa; irreprensibile quanto alla giustizia che deriva dall'osservanza della legge. Ma quello che poteva essere per me un guadagno, l'ho considerato una perdita a motivo di Cristo. Anzi, tutto ormai io reputo una perdita di fronte alla sublimità della conoscenza di Cristo Gesù, mio Signore.

Salmi

Salmi 105(104),2-3.4-5.6-7.

Cantate a lui canti di gioia, meditate tutti i suoi prodigi. Gloriatevi del suo santo nome: gioisca il cuore di chi cerca il Signore. Cercate il Signore e la sua potenza, cercate sempre il suo volto. Ricordate le meraviglie che ha compiute, i suoi prodigi e i giudizi della sua bocca. Voi stirpe di Abramo, suo servo, figli di Giacobbe, suo eletto. È lui il Signore, nostro Dio, su tutta la terra i suoi giudizi.

Seconda Lettura

Non prevista per la giornata odierna

Vangelo

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 15,1-10.

In quel tempo, si avvicinavano a Gesù tutti i pubblicani e i peccatori per ascoltarlo. I farisei e gli scribi mormoravano: «Costui riceve i peccatori e mangia con loro». Allora egli disse loro questa parabola: «Chi di voi se ha cento pecore e ne perde una, non lascia le novantanove nel deserto e va dietro a quella perduta, finché non la ritrova? Ritrovatala, se la mette in spalla tutto contento, va a casa, chiama gli amici e i vicini dicendo: Rallegratevi con me, perché ho trovato la mia pecora che era perduta. Così, vi dico, ci sarà più gioia in cielo per un peccatore convertito, che per novantanove giusti che non hanno bisogno di conversione. O quale donna, se ha dieci dramme e ne perde una, non accende la lucerna e spazza la casa e cerca attentamente finché non la ritrova? E dopo averla trovata, chiama le amiche e le vicine, dicendo: Rallegratevi con me, perché ho ritrovato la dramma che avevo perduta. Così, vi dico, c'è gioia davanti agli angeli di Dio per un solo peccatore che si converte».

Commento alle letture

“Rallegratevi con me, perché ho trovato la mia pecora che era perduta”    

Ho vagato nella terra deserta,come nella parabola della pecora,una nel gruppo delle cento.Il cattivo Nemico lÂ’ha straziata:lÂ’ha coperta di piaghe incurabili;perciò non vi è altro rimedio alla piaga,se non te, per guarirla.Fra le lacrime ti supplico,grido al mio Salvatore:Tu, buon Pastore venuto dal cielo,mettiti a cercare il piccolo gregge.Cerca, Signore, la moneta dÂ’argento cadutaè la tua immagine perduta (Gen 1,26),che ho sotterrato nel peccatoe nel fango.Lavami, Signore, dalla mia sporcizia;rendi pura la mia anima, bianca come la neve (Is 1,18).Completa il numero di dieci dramme,come hai fatto per i quaranta santi [di Sebaste]. Portami sulle tue spalle, tu che hai portato la croce,rialza la mia anima caduta;rallegra la schiera celeste degli angeliper il ritorno di un solo peccatore.    

San Nerses Snorhali (1102-1173), patriarca armeno     - Gesù, Figlio unico del Padre, § 26-31 ; SC 203    

Tutte le Liturgie

Registrati e effettua il login al sito; in caso contrario non puoi rilasciare commenti.

Storico Articoli

Powered by mod LCA

Warning: mkdir() [function.mkdir]: Permission denied in /home/mifa1614/public_html/modules/mod_lca/cache.php on line 60

Warning: file_put_contents(/home/mifa1614/public_html/cache/mod_lca/9735018e1fea20d52f5c7af32767fb3f.xml) [function.file-put-contents]: failed to open stream: Permission denied in /home/mifa1614/public_html/modules/mod_lca/cache.php on line 61

Utenti On Line

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi65
mod_vvisit_counterIeri50
mod_vvisit_counterQuesta Settimana65
mod_vvisit_counterScorsa Settimna1474
mod_vvisit_counterQuesto Mese1670
mod_vvisit_counterScorso Mese3034
mod_vvisit_counterComplessivo4397912

Abbiamo: 60 ospiti online
IP: 3.80.85.76
 , 
Oggi: Dic 10, 2018

Che ore sono ?