Warning: Memcache::addserver() expects parameter 2 to be long, string given in /home/mifa1614/public_html/libraries/joomla/cache/storage/memcache.php on line 84
Liturgia Sett. 37 Giorno 252

Almanacco

Che tempo fa ?

Domenica, 19 Agosto 2018 - If your browser doesn't automatically go there within a few seconds, you may want to go to Evangelizo Reader manually. If your browser doesn't automatically go there within a few seconds, you may want to go to Evangelizo Reader manually.
Home Tutte le Liturgie Liturgia Sett. 37 Giorno 252

Liturgia Sett. 37 Giorno 252

Gesù ci vuole sereni, ma non per superficialità, bensì per fede. Chi crede che Dio è nostro Padre non può agitarsi, nemmeno preoccuparsi. Egli sa provvedere alle necessità dei figli che si affidano a lui..

Anonimo

Liturgia del Giorno

Mercoledì della XXIII settimana delle ferie del Tempo Ordinario
S. Nicola da Tolentino, sacerdote O.S.A. (1245-1305),  B. Vincenza Maria Poloni, vergine e cofondatrice (1802-1855)

Tutte le Liturgie


Prima Lettura

Prima lettera di san Paolo apostolo ai Corinti 7,25-31.

Fratelli, quanto alle vergini, non ho alcun comando dal Signore, ma do un consiglio, come uno che ha ottenuto misericordia dal Signore e merita fiducia. Penso dunque che sia bene per l'uomo, a causa della presente necessità, di rimanere così. Ti trovi legato a una donna? Non cercare di scioglierti. Sei sciolto da donna? Non andare a cercarla. Però se ti sposi non fai peccato; e se la giovane prende marito, non fa peccato. Tuttavia costoro avranno tribolazioni nella carne, e io vorrei risparmiarvele. Questo vi dico, fratelli: il tempo ormai si è fatto breve; d'ora innanzi, quelli che hanno moglie, vivano come se non l'avessero; coloro che piangono, come se non piangessero e quelli che godono come se non godessero; quelli che comprano, come se non possedessero; quelli che usano del mondo, come se non ne usassero appieno: perché passa la scena di questo mondo!

Salmi

Salmi 45(44),11-12.14-15.16-17.

Ascolta, figlia, guarda, porgi l'orecchio, dimentica il tuo popolo e la casa di tuo padre; al re piacerà la tua bellezza. Egli è il tuo Signore: pròstrati a lui. La figlia del re è tutta splendore, gemme e tessuto d'oro è il suo vestito. È presentata al re in preziosi ricami; con lei le vergini compagne a te sono condotte.Guidate in gioia ed esultanza entrano insieme nel palazzo del re. Ai tuoi padri succederanno i tuoi figli; li farai capi di tutta la terra.

Seconda Lettura

Non prevista per la giornata odierna

Vangelo

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 6,20-26.

In quel tempo, alzati gli occhi verso i suoi discepoli, Gesù diceva: «Beati voi poveri, perché vostro è il regno di Dio. Beati voi che ora avete fame, perché sarete saziati. Beati voi che ora piangete, perché riderete. Beati voi quando gli uomini vi odieranno e quando vi metteranno al bando e v'insulteranno e respingeranno il vostro nome come scellerato, a causa del Figlio dell'uomo. Rallegratevi in quel giorno ed esultate, perché, ecco, la vostra ricompensa è grande nei cieli. Allo stesso modo infatti facevano i loro padri con i profeti. Ma guai a voi, ricchi, perché avete gia la vostra consolazione. Guai a voi che ora siete sazi, perché avrete fame. Guai a voi che ora ridete, perché sarete afflitti e piangerete. Guai quando tutti gli uomini diranno bene di voi. Allo stesso modo infatti facevano i loro padri con i falsi profeti.»

Commento alle letture

“Beati voi che ora piangete”    

    Speriamo, speriamo, noi che piangiamo, che versiamo lacrime innocenti; speriamo, se piangiamo sui dolori del corpo e dellÂ’anima: ci servono da purgatorio, Dio se ne serve per Â… farci alzare gli occhi verso di lui, purificarci, santificarci.    Speriamo ancor più se piangiamo sui dolori degli altri, perché questa carità ci è ispirata da Dio e piace a Lui; speriamo ancor più se piangiamo sui nostri peccati, poiché questa compunzione è messa nellÂ’anima da Dio stesso. Speriamo ancor più se piangiamo col cuore puro sui peccati degli altri, poiché questÂ’amore per la gloria di Dio e la santificazione delle anime ci sono ispirate da Dio e sono grandi grazie.    Speriamo, se piangiamo per il desiderio di vedere Dio e per il dolore dÂ’essere da lui separati; poiché questo desiderio amorevole è lÂ’opera di Dio in noi. Speriamo ancor più se piangiamo soltanto perché amiamo, senza nulla desiderare, né temere, volendo pienamente tutto quanto Dio vuole e non volendo altro, felici della sua gloria, col dolore delle sofferenze passate, il pianto di compassione al ricordo della sua Passione, come di gioia al pensiero dellÂ’Ascensione e della sua gloria, come semplicemente per lÂ’emozione di amarlo da morire!    O dolcissimo Gesù, fammi piangere per tutto questo; fammi piangere tutte le lacrime che fa versare lÂ’amore in te, attraverso te, per te. Amen.    

Beato Charles de Foucauld (1858-1916), eremita e missionario nel Sahara     - Meditazioni sui passi dei santi vangeli relativi a 15 virtù, Nazareth 1897-98 ; n°15    

Tutte le Liturgie

Registrati e effettua il login al sito; in caso contrario non puoi rilasciare commenti.

Storico Articoli

Powered by mod LCA

Warning: mkdir() [function.mkdir]: Permission denied in /home/mifa1614/public_html/modules/mod_lca/cache.php on line 60

Warning: file_put_contents(/home/mifa1614/public_html/cache/mod_lca/9735018e1fea20d52f5c7af32767fb3f.xml) [function.file-put-contents]: failed to open stream: Permission denied in /home/mifa1614/public_html/modules/mod_lca/cache.php on line 61

Utenti On Line

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi98
mod_vvisit_counterIeri54
mod_vvisit_counterQuesta Settimana586
mod_vvisit_counterScorsa Settimna2256
mod_vvisit_counterQuesto Mese3261
mod_vvisit_counterScorso Mese7691
mod_vvisit_counterComplessivo4383130

Abbiamo: 76 ospiti online
IP: 54.198.41.76
 , 
Oggi: Ago 19, 2018

Che ore sono ?